SABATO 24 GIUGNO, ORE 18.30 – LIDO CAICCO, SANTA CESAREA TERME 

Nelle terme di Caracalla, ogni giorno seimila, forse ottomila frequentatori si muovevano in ambienti vastissimi, ornati da enormi colonne, da pavimenti in marmi orientali, da mosaici di pasta vitrea e marmi alle pareti, da stucchi dipinti e centinaia di statue colossali. Architettura, arte e tecnologia erano mirabilmente combinati. L’acqua ha avuto fin dall’antichità un alto valore simbolico e culturale: si pensi alle fonti, meta ancora oggi dei pellegrinaggi di cura, fenomeni di culto legati a figure sante o divine. Al soggiorno termale, che in Italia gode di una lunghissima tradizione, si è sempre accompagnata la ricerca del benessere psichico e spirituale. Il nostro viaggio comincerà dalle Terme di Caracalla e toccherà vari centri, fra cui Bagni di Lucca, le Terme di Salsomaggiore, Ischia, le Terme di Santa Cesarea. Nell’acquoreo vagare fra stabilimenti, sorgenti, grotte, fanghi, è l’immaginario delle terme, intessuto di sacro e di profano, che si disvelerà a noi.